AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Eventi

'Primavera di Libertà': 'RicordEREMO'-'Se otto ore vi sembran poche'

Dopo la partecipata celebrazione del 25 aprile, che ha visto la presenza straordinaria di Rita Borsellino, prosegue "Primavera di Libertà", il programma di iniziative con cui l’Amministrazione Comunale di Casalecchio di Reno, in collaborazione con ANPI Casalecchio e con le associazioni del territorio riunite nel Tavolo della memoria civile coordinato dall’Istituzione Casalecchio delle Culture, celebra il 70° Anniversario della Liberazione.

Sarà inaugurata venerdì 1 maggio alle ore 17.00 la mostra "RicordEREMO", allestita dall'Associazione Culturale Aren'aria presso l'Eremo di Tizzano (Via Tizzano, 34). L'esposizione di immagini, ricordi e oggetti legati a Tizzano e al suo Eremo, curata da Francesca Caldarola, Chiara Cantalice, Ilaria Maria Romilio e Romano Santi, nasce da parole e memorie raccolte dai "cassetti" dei cittadini negli scorsi mesi e condivise con la comunità: rivivono così l'infanzia, la gioia delle partite di calcio tra Ceretolo e Tizzano e delle gite primaverili in Vespa, ma anche il dramma della Seconda Guerra Mondiale, degli sfollati, dei bambini di allora divenuti adulti in un solo istante.
La mostra "RicordEREMO" sarà visitabile liberamente, presso l'Eremo di Tizzano, nelle giornate di venerdì 1, domenica 3 e domenica 10 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 20.00. L'esposizione sarà allestita anche domenica 31 maggio, dalle 10.00 alle 18.00, presso l'Azienda Agricola Tizzano dei Visconti di Modrone (Via Marescalchi, 131), in occasione dell'iniziativa "Cantine Aperte".
Nella giornata inaugurale del 1° maggio, in cui da Via Tizzano scenderà la Dieci Colli di ciclismo e la strada sarà quindi a senso unico verso Ceretolo, l'accesso all'Eremo e alla mostra sarà possibile da Riale (Zola Predosa) attraverso Via Leopardi (accessibile, per chi proviene da Ceretolo, attraverso Via Guicciardini e Via Gesso), e da San Biagio attraverso Via Bolsenda, Via Nugareto, Via Tignano e Via Monte Capra; i percorsi alternativi sono opportunamente segnalati, e saranno comunque possibili interruzioni temporanee del traffico veicolare in Via Tizzano in corrispondenza con il passaggio dei ciclisti.

Martedì 5 maggio, alle ore 20.30, presso la Casa della Conoscenza (Via Porrettana, 360) – Piazza delle Culture, l'incontro "Se otto ore vi sembran poche" ripercorrerà la storia del Primo Maggio – Festa dei lavoratori in Italia e delle sue rappresentazioni nelle diverse fasi storiche: la nascita alla fine del XIX secolo, strettamente collegata alla rivendicazione operaia della giornata lavorativa di otto ore, l'abolizione e la conseguente valenza sovversiva della festa nel ventennio fascista, la scissione sindacale (e la strage di Portella della Ginestra) nei primi anni del dopoguerra, e più in generale il mutevole collegamento con le istanze lavorative e sindacali, che rende il 1° maggio un'angolazione interessante per ripercorrere tutto il Novecento italiano. A discutere di questi temi saranno Fiorenza Tarozzi, docente di Storia contemporanea presso l'Università di Bologna, Simona Salustri ed Eloisa Betti, storiche attive presso l'Università di Bologna. L'incontro, curato da ANPI Casalecchio di Reno, SPI-CGIL e Camera del Lavoro di Casalecchio di Reno, è a ingresso libero.

Il programma di "Primavera di Libertà" prosegue con numerose altre iniziative fino al 24 maggio.
Documento inserito il: 29/04/2015
  • TAG: ricorEREMO, liberazione, resistenza, primavera libertà, casa conoscenza, casalecchio reno

Articoli correlati a Eventi


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy