AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Eventi

Il Centro Studi Piemontesi al Salone del Libro

Da giovedì 14 a lunedì 18 maggio 2015 il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis vi aspetta al Salone Internazionale del Libro Torino che si terrà a Lingotto Fiere, Padiglione 2 - Stand L01, via Nizza 294 – Torino.

Il Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis, presente con un suo stand fin dalla prima edizione del Salone Internazionale del Libro, sarà presente anche per questa 28ª edizione.

Per l’occasione ha realizzato un segnalibro anamorfico, che sarà offerto a tutti coloro che acquisteranno al Salone un libro del Centro Studi Piemontesi. L’artista Daniela Rissone ha ideato e disegnato questa piccola opera, intitolandola “Portafortuna”, “Pòrta-Boneur”, in lingua Piemontese.

Domenica 17 maggio 2015 alle ore 13, presso la Sala Argento (Padiglione 2), si terrà la presentazione del libro "Corografia della Città e Provincia di Pinerolo" di Amedeo Grossi (1800), ristampa anastatica a cura di GIUSEPPE PICHETTO, edizioni Centro Studi Piemontesi-Ca dë Studi Piemontèis (2014).
Con il Presidente del Centro Studi Piemontesi, Giuseppe Pichetto, intervengono l’arch. Agostino Magnaghi, Maria Teresa Reineri, Rosanna Roccia.
Il volume analizza città, borghi, terre, villaggi, casali e ville di Pinerolo e dintorni mettendo in luce le caratteristiche fisiche, le colture, le attività artigianali, le strade, non ignorando di ogni paese gli edifici civili e religiosi di prestigio, il numero degli abitanti, i nomi dei proprietari feudali e quelli dei professionisti di attività liberali. Ne risulta un libro ancora oggi di piacevolissima lettura, spunto per interessanti considerazioni sui problemi di ieri, purtroppo in molti casi ancora attuali.
Il volume è corredato dalla Carta corografica della Provincia di Pinerolo disegnata dallo stesso Grossi, inserita ripiegata fuori testo, come nell’originale.


Domenica 17 maggio 2015 alle ore 11, presso la sala Arancio del Lingotto Fiere, si terrà la presentazione del libro di Renata Allìo a cura del Centro Studi Piemontesi - Ca dë Studi Piemontèis "Gli economisti e la guerra", edizione Rubettino.
Con l’Autrice interviene Giovanni Pavanelli
Coordina: Albina Malerba
Gli economisti possono o devono interessarsi della guerra? Se sì, l’analisi va condotta dal punto di vista teorico, oppure è opportuno indagare sulle cause, le conseguenze e i costi dei conflitti reali? Le risposte a quesiti come questi sono mutate radicalmente nel corso del tempo. Renata Allìo affronta per la prima volta in modo sistematico il pensiero economico sulla guerra, ripercorrendo i dibattiti che hanno contrapposto economisti e scuole in materia di guerra fra stati, dall’epoca della loro formazione, segnata dalla conquista del monopolio della violenza, fino agli ultimi decenni in cui, con le nuove guerre, alcuni stati questo monopolio lo hanno perso, delegando a privati l’esercizio della forza.
Documento inserito il: 12/05/2015

Articoli correlati a Eventi


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy