AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Eventi

ocumentazione on line sul Campo di concentramento di Casoli (1940-1944) [ di ]

Il Dott. Giuseppe Lorentini, curatore del nuovo sito, comunica che:

Con la presente si porta a conoscenza del progetto di documentazione on line sul Campo di concentramento di Casoli (1940-1944).

Consiste in un archivio digitale che consente l’accesso e la consultazione a fini della ricerca storica di oltre 4500 documenti contenuti nei 215 fascicoli personali degli internati civili conservati sull’ex Campo di concentramento di Casoli in provincia di Chieti, Abruzzo, attivo dal 1940 al 1944.

Il sito di documentazione on line, senza averne la pretesa, sta dimostrando di dare un contributo didattico e di diffusione scientifica. In primo luogo, esso è uno strumento di studio utile alla ricerca scientifica delle fonti e al dibattito storiografico sull'internamento civile durante il fascismo. In secondo luogo, la divulgazione delle informazioni in esso contenute e condivise attraverso i social network contribuisce a diffondere una storia ancora poco nota intorno alla realtà dei campi fascisti. Infine, riproduce un "museo" telematico per la conservazione e la promozione di una cultura della memoria.

Accanto all'enorme mole di lavoro documentaristico già realizzato e in continuo aggiornamento, sto studiando il campo di Casoli come spazio delle pratiche della politica razziale del ventennio.

La minuziosa documentazione sull'amministrazione del campo, le specifiche dinamiche nell'azione delle autorità locali permettono da una parte di guardare alla storia del campo come laboratorio del razzismo fascista a livello locale. D'altra parte, lo studio dei fascicoli personali degli internati permette una visione interna del sistema concentrazionario fascista.

Il sito offre la possibilità di conoscere la storia del Campo e il contesto storico nel quale si è inserito, la lista degli internati corredate da informazioni biografiche, la provenienza, la data di entrata nel campo, il capitale liquido e mobile, l'ultima località conosciuta, la deportazione. Le altre sezioni del portale permettono inoltre di ripercorrere gli spostamenti, di conoscere l'ambiente sociale, scoprire la vita quotidiana, la corrispondenza postale degli internati, i provvedimenti disciplinari e di internamento nei confronti degli internati, le condizioni di salute degli stessi, nonché la burocrazia, l'amministrazione, la contabilità del Campo e si configura come una ricerca aperta alla collaborazione di studiosi, istituti, fondazioni, università.

In definitiva, il portale campocasoli.org sfruttando tutte le potenzialità del medium che usa, si pone come un ottimo strumento per fare "public history" su un tema abbastanza complesso e rimosso come quello dell'internamento civile fascista.
Documento inserito il: 01/03/2018

Articoli correlati a Eventi


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy