AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Eventi

A.D. 577 I Longobardi nel Campo Rotaliano IIa Edizione [ di ]

Mezzolombardo (Trento)
Parco Dallabrida (via Milano)
5 e 6 ottobre 2018

Rievocazione storica, incontri, attività e laboratori didattici, spettacoli, cena longobarda, musica medievale nel segno dei Longobardi.

Organizzazione: Pro Loco di Mezzolombardo e Associazione Castelli del Trentino
in collaborazione con Perceval Archeostoria / Alla scoperta dei Longobardi
Ideazione e curatela evento: dott.ssa Elena Percivaldi
Gruppi storici: Fortebraccio Veregrense & Bandum Freae
Musica: Winileod
Mediapartner: Medioevo

Con il patrocinio istituzionale di:
Comune di Mezzolombardo
Comunità Rotaliana-Königsberg
Consorzio Turistico Piana Rotaliana-Königsberg

e con il patrocinio culturale di:
Associazione Culturale Italia Medievale
Rievocare

Sponsor:
Itas Assicurazioni (Agenzia di Mezzolombardo)
Nuovi investimenti Paolo Leonardi

MEZZOLOMBARDO (TN), Settembre 2018 - Torna a Mezzolombardo (Trento) l’appuntamento con “A.D. 577 – I Longobardi nel Campo Rotaliano”, quest’anno giunto alla seconda edizione. L’evento storico-rievocativo, in programma il 5-6 ottobre 2018, trae spunto dalla battaglia combattuta nell'anno 577 tra i Franchi e i Longobardi la cui memoria è tramandata dal massimo storico della gens Langobardorum, Paolo Diacono.

Il grande cronista racconta nella sua “Historia Langobardorum” (libro III, 9) che “in quei giorni (nel 577, ndr) arrivarono i Franchi e il castrum Anagnis, che è posto sopra Trento al confine d’Italia, si consegnò loro. Per questa ragione, il conte dei Longobardi di Lagare, chiamato Ragilone, si recò sul posto e depredò Anagnis. Ma mentre tornava con il bottino, fu ucciso con molti dei suoi dal duca dei Franchi Chramnichis, che gli si parò contro nel Campo Rotaliano. Lo stesso Chramnichis, non molto tempo dopo, venne a Trento e la devastò. Ma il duca di Trento Evin lo inseguì e lo uccise con i suoi compagni nella località detta Salorno, riprendendo tutta la preda che quello aveva fatto. E cacciati i Franchi, recuperò il territorio di Trento”.

La manifestazione è organizzata dalla Pro Loco di Mezzolombardo e dall’Associazione Castelli del Trentino in collaborazione con Perceval Archeostoria e fa parte del format “Alla scoperta dei Longobardi”, curato dalla medievista Elena Percivaldi, con la partecipazione dei marchigiani Fortebraccio Veregrense e degli emiliani Bandum Freae, due tra i migliori gruppi di rievocazione storica altomedievale attivi in Italia. L'evento rappresenta, come già lo scorso anno, l’occasione per narrare usi e costumi dei Longobardi, nonché approfondirne la presenza in Trentino, documentata dalle fonti storiche nonché dal ritrovamento di importanti necropoli come quella di Civezzano.

L'inaugurazione si terrà venerdì 5 ottobre alle 20 presso il Parco Dallabrida, in pieno centro cittadino. Qui sarà allestito un ampio campo storico che proporrà, durante l'intera giornata di sabato 6 ottobre, una serie di attività che consentiranno al vasto pubblico di avvicinarsi ai diversi aspetti della vita quotidiana dei Longobardi e del loro tempo. In particolare, i rievocatori proporranno un percorso didattico dedicato all’alimentazione e alla farmacopea rivolto sia ai bambini che agli adulti; sarà inoltre possibile assistere a dimostrazioni di armi e spettacoli di combattimento e alla suggestiva ricostruzione di riti quali il giuramento dello scramasax, che segnava per i giovani longobardi il passaggio all'età adulta attraverso il diritto-dovere di portare le armi, e l'ordalia (o giudizio di Dio), per mezzo della quale si dirimevano le controversie giudiziarie.
Grande spazio sarà riservato ai più piccoli, che potranno cimentarsi in molte interessanti attività di laboratorio e giochi, dall'arte della panificazione all'approvvigionamento delle provviste, dai segreti della costruzione delle armi alle tecniche di metallurgia e di estrazione dei metalli dai minerali.

Nel pomeriggio di sabato, alle ore 16, si terrà un incontro di approfondimento storico e culturale aperto al pubblico, con la partecipazione della dott.ssa Elena Percivaldi e del dott. Manuel Fauliri, autore della tesi “L'arrivo dei Longobardi in Italia. Migrazione o invasione nel recente dibattito storiografico”, discussa all'Università degli Studi di Padova, in qualità di relatori. La giornata si chiuderà degustando piatti ispirati alla tradizione medievale e locale nel punto ristoro allestito del Parco. La cena sarà introdotta da brevi spiegazioni sull’alimentazione e sui costumi conviviali dell’epoca altomedievale, e verrà accompagnata da brani musicali eseguita dal gruppo “Winileod”.

Come lo scorso anno, il mensile “Medioevo” è mediapartner dell'iniziativa.

Programma completo sul sito:
http://www.ad577.wordpress.com.

Per informazioni:
associazionecastelli@libero.it
Tel. 349 6892619.
Documento inserito il: 26/09/2018

Articoli correlati a Eventi


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy