AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Contemporanea > La Prima Repubblica

Aspetti del realismo politico militante di Angelo Panebianco [ di Giuseppe Gagliano ]

Ben lungi dal volere presentare al lettore una disamina esaustiva del realismo politico di Angelo Panebianco-docente di Relazioni Internazionali presso l'Università di Bologna ed editorialista del Corriere della Sera-il nostro intento è stato rivolto a porre un raffronto a partire da alcuni editoriali editi dal Corriere della Sera tra il 1990 e il 1993- tra i presupposti del realismo politico-del quale Panebianco è uno dei massimi interpreti in Italia-e il pacifismo italiano di matrice cattolica e comunista allo scopo di fare emergere la sostanziale incompatibilità teorica tra un approccio realista alla politica internazionale ed una lettura squisitamente ideologica come quella del pacifismo.

Per leggere l'articolo cliccate sul link a fondo scheda.
Documento inserito il: 28/11/2014

Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy