AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx

Carlo Pedrini – Regio Laboratorio Foto Cinematografico Mogadiscio

di Alberto Alpozzi

CARLO PEDRINI (Nin talyaani ah iyo kaameradiisa), fotografo torinese, fu a capo del Regio Laboratorio Foto Cinematografico di Mogadiscio dal 1926 al 1932, istituito dal Governatore C.M. De Vecchi di Val Cismon. Al Pedrini dobbiamo la maggior parte della documentazione fotografica della Somalia Italiana degli anni ’20. Sue sono le foto del faro Crispi pubblicate in Orizzonti di Impero del De Vecchi, così come quasi tutte le immagini nei due volumi Somalia Italiana di Guido Corni e le fotografie aeree del capo Guardafui realizzate durante l’esplorazione aerea della Migiurtinia compiuta dal governatore Guido Corni da Mogadiscio a Bender Cassim e ritorno nell’ottobre/novembre 1928 e pubblicate anche nell’articolo “In volo sulla Migiurtinia” de la Rivista Aeronautica nel gennaio 1929.

Sue anche le fotografie che documentarono l’arrivo della prima crociera turistica in Somalia, così come quelle del volumetto La Somalia Italiana edito dall’Ufficio Studi e Propaganda del governo Somalo nel 1929 – Manuale sulla Somalia per il viaggio di propaganda indetto dalla compagnia italiana turismo sotto gli auspici del governatore della Somalia. Diverse sue immagini della Somalia vennero stampate negli anni ’30 anche su cartoline “vera fotografia” dalla Fotocelere di Torino che era specializzata ne “l’applicazione in genere commerciale e industriale dell’arte fotografica e specialmente la fabbricazione delle cartoline al bromuro d’argento”. Realizzò anche, a scopo di propaganda, tra il 1929 e il 1930 un film dal titolo “Somalia”, proiettato in Italia e all’Esposizione Coloniale di Anversa, film che ad oggi pare perduto. Morì nel giugno 1932 in un incidente aereo nei cieli di Gardò, alta Migiurtinia, lasciando un archivio fotografico di circa 2000 immagini.

Documento inserito il: 16/06/2015

Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy