AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Medio Evo > L'Impero Bizantino

Manzikert, 19 o 26 agosto 1071

Prima del fatale scontro i Selgiuchidi saccheggiarono molte città bizantine malamente difese, ma non ne conservarono praticamente alcuna tranne Manzikert, città armena di confine.
La perdita dell'Armenia ad opera dei Selgiuchidi convinse il basileus Romano IV Diogene a reclutare un esercito in gran parte poco o male addestrato.
L’imperatore guidò il grande esercito, composto da molti mercenari e poche truppe regolari, alla conquista della città armena al fine di sferrare un colpo mortale all’esercito selgiuchide.
Il sultano turco Alp Arslan, allarmatosi per l’avanzata bizantina, si mosse allora con le sue truppe dalla Siria verso nord per bloccare per tempo il nemico.
Romano IV divise allora l’esercito occupando la fortezza di Khelat ed espugnando Manzikert.
Avvertito dell’avvicinarsi del sultano, preferì mantenere le posizioni fino ad allora conquistate e non desistere dall’offensiva in corso.
Il basileus schierò il proprio esercito nella piana antistante Manzikert. Durante la loro avanzata i bizantini vennero tempestati da una pioggia di frecce scagliata dagli arcieri turchi. Questo primo scontro si concluse con un nulla di fatto.
Romano a quanto pare decise allora di tornare all’accampamento. Questa scelta fu alla base della catastrofica sconfitta. Un ufficiale della famiglia Ducas, che provava risentimento per il governo, sparse la voce che l’imperatore era fuggito.
I soldati inesperti furono presi dal panico. I Selgiuchidi circondarono allora l’esercito bizantino in ritirata, compresi l’imperatore e la sua avanguardia.
La retroguardia di Romano, che venne catturato, invece di intervenire abbandonò il campo, moltissimi uomini vennero uccisi. La famiglia Ducas dichiarò deposto Romano IV Diogene e proclamò imperatore Michele VII Ducas.
La vittoria Selgiuchide è celebrata ancora oggi dai turchi come l’avvenimento che diede inizio al loro impero.


Si ringrazia la redazione di Europa Medievale.


Nell'immagine, rappresentazione pittorica di una scena della battaglia di Manzinkert.

Documento inserito il: 23/12/2014
  • TAG: battaglia manzikert, armenia, romano IV diogene, selgiuchidi, alp arslan, impero bizantino,

Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy