AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Antica > La Preistoria

Insediamenti dell'Etruria Padana: Marzabotto [ di Ilaria Bendinelli ]

Premessa
Nelle fonti antiche (Polibio, Strabone) troviamo riferimenti espliciti ad una massiccia presenza di Etruschi che, attratti dalla fertilità del suolo, si insediarono nella pianura Padana, dove fondarono centri importanti quali: Marzabotto,Bologna, Spina, Adria e Mantova. Alcuni di essi, sono stati popolati dalla compagine etrusca a partire dal IX secolo a.C. (Età Villanoviana), è il caso di Bologna (Felsina in lingua etrusca) che ha restituito numerose tombe di facies villanoviana. Altri insediamenti, invece, vengono fondati fra il VI e il V secolo a.C. in punti nevralgici per il commercio internazionale, è il caso di Adria e Spina, la prima fondata nella prima metà del VI secolo a.C. a circa dodici chilometri dal mar Adriatico, al quale era collegata da un canale, la seconda fondata nel 530 a.C., più a sud e più vicina al mare rispetto ad Adria. Alcuni centri, poi, che sono stati abitati fin da epoca più antica, vengono rivitalizzati, è il caso di Marzabotto che viene rifondata fra la fine del VI e gli inizi del V secolo a.C. e diventa punto nevralgico per gli scambi commerciali fra la valle del Reno e il mare Adriatico. La fondazione o rifondazione di nuovi centri di sviluppo è favorita dalle città dell'Etruria propria, interessate sia allo smistamento dei propri prodotti e di quelli importati da altre aree e ridistribuiti nell'interno della regione (con la mediazione di Felsina/Bologna), sia all'insediamento di parte della popolazione che era ormai in numero sovrabbondante nelle città soprattuto della costa tirrenica.
Leggi tutto l'articolo
Documento inserito il: 21/12/2014
  • TAG: etruria padana, insediamento etrusco di marzabotto, popoli italici, italia preromana

Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy