AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia - Recensioni librarie >

E' in libreria 'Tre funerali al Cremlino'

In libreria per la casa editrice Della Porta il saggio di Fabio Galvano, corrispondente della Stampa a Mosca negli ultimi anni dell'URSS.

La rovinosa caduta dell'URSS, l'esplosione che a 74 anni dalla Rivoluzione d'ottobre segnò la fine del grande impero, ebbe subito nel sentimento popolare un capro espiatorio: Michail Gorbačëv.
Ancora oggi i russi e persino gli analisti e gli storici di mestiere considerano Gorbačëv il principale responsabile dei mali che tagliarono le gambe alla superpotenza sovietica. Ma i segnali della rovinosa caduta c'erano già negli anni in cui Andropov, Černenko e Gorbačëv si susseguirono al potere.
Fabio Galvano, attingendo alle sue 1951 corrispondenze, scritte proprio in quegli anni per il quotidiano «La Stampa», scrive un libro che racconta come quel drammatico futuro dell'Unione Sovietica già trasparisse inconsciamente in quelle pagine.
Attraverso i tre imponenti e indimenticabili funerali sulla Piazza Rossa Fabio Galvano riprende il filo conduttore delle lotte interne e delle miserie di un colosso che andava nello spazio ed era capace di una catastrofe nucleare ma non era in grado di rifornire i negozi di generi alimentari.

Documento inserito il: 12/05/2015

Ultimi articoli inseriti


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy