AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Antica > Nel Mondo

Ahlat: scoperti nuovi insediamenti sotterranei nella Turchia orientale

Nella estate 2007 una équipe del Centro Studi Sotterranei di Genova ha preso ufficialmente parte alla missione di scavo della Gazi Universitesi di Ankara, diretta dalla prof. Nakiş Karamağarali, nel sito archeologico di Ahlat, sulle sponde del lago di Van, nella Turchia orientale. Gli specialisti italiani sono stati invitati a seguito della individuazione da parte della prof. Karamağarali di una cavità antropica adibita al culto buddista, risalente al periodo mongolo. Oltre a svolgere rilevamenti sull’intero insediamento rupestre attinente al tempio, scoprendo un passaggio sotterraneo, le indagini del Centro Studi si sono estese a una vasta aerea, compresa tra i 1.700 e i 2.000 metri di altitudine, caratterizzata da falesie e profonde forre scavate in rocce vulcaniche. Sono state identificate sette grandi zone in cui sono ampiamente distribuite cavità artificiali tipologicamente diversificate. Nei prossimi anni seguiranno ricerche specifiche al fine di realizzare una “carta delle emergenze rupestri”.
Per leggere tutto l'articolo cliccate qui
Per chi desiderasse abbonarsi alla rivista Opera Ipogea, la rivista semestrale della Società Speleologica Italiana potrà, cliccando qui, scaricare il modulo di adesione.Documento inserito il: 18/12/2014
  • TAG: scavi di ahlat, centro studi sotterranei genova,

Articoli correlati a Nel Mondo


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy