AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Recensioni Librarie

Novità Editoriali Longanesi Aprile – Luglio 2015

Segnaliamo le novità editoriali di argomento storico della Casa Editrice Longanesi, per il periodo Aprile-Luglio 2015.

Il racconto della vita straordinaria e segreta di un fondatore del G.I.S
Comandante Alfa
CUORE DI RONDINE



260 pagine
Prezzo 14.90 €
In libreria dal 9 aprile 2015

Per la prima volta, un uomo chiave dei corpi scelti dell’Arma dei Carabinieri si racconta in un libro e ci mostra la storia dell’Italia degli ultimi trent’anni da un punto di vista molto particolare.
Il racconto emozionato ed emozionante di un luogotenente dell’Arma dei carabinieri appartenente fin dalla sua fondazione al corpo speciale del G.I.S., Gruppo Intervento Speciale, noto anche come “teste di cuoio”. La voce narrante di questo avvincente memoir ci conduce in presa diretta all’interno di questo gruppo d’élite circondato dalla più assoluta segretezza, a partire dalla prima, riuscita azione del G.I.S., ossia la repressione della rivolta scoppiata nel supercarcere di Trani nel 1980. Oltre all’azione, alla tecnica, alla preparazione militare e all’allenamento strenuo, in queste pagine scopriamo anche l’uomo dietro il mefisto, il marito, il padre che non può rivelare il suo ruolo nemmeno ai familiari più stretti, l’uomo che si interroga sui limiti delle proprie azioni, nel corso di una vita fatta di missioni in terre ostili, di notti insonni, di incertezza del domani. E se non mancano i momenti di gioia, in un angolo del cuore c’è sempre il dolore per i compagni che non ce l’hanno fatta, per i bambini che soffrono nelle zone di guerra e per tutti coloro che non si è riusciti ad aiutare.

Comandante Alfa
è lo pseudonimo sotto cui si nasconde l’identità di uno dei fondatori del G.I.S., il Gruppo di Intervento Speciale dell’Arma dei Carabinieri.


Una tesi originale che analizza i vari movimenti nazionalisti alla luce della fine della Guerra Fredda.
Sergio Romano
IN LODE DELLA GUERRA FREDDA



200 pagine
Prezzo 14.90 €
In libreria dal 16 aprile 2015

Durante la Guerra fredda i due blocchi si puntellavano a vicenda e il potere dell’uno giustificava quello dell’altro. Al di là dell’aggressività delle reciproche propagande ogni blocco sapeva che lo scoppio di una guerra fra due potenze nucleari avrebbe avuto conseguenze disastrose per tutti. Questo non impedì a ciascuno dei due blocchi di promuovere i propri interessi e di allargare per quanto possibile la propria area d’influenza. Ma erano entrambi consapevoli dei propri limiti. Con la caduta del Muro di Berlino, il crollo del blocco sovietico, la disintegrazione dell’Urss e il declino delle ideologie, rinascono i nazionalismi, i confini diventano di nuovo contestabili e contesi, scoppiano le guerre: nel Nagorno Karabach, in Cecenia, in Georgia, nella ex Jugoslavia e negli arcipelaghi dei mari della Cina. Nell’Europa centro-occidentale non scoppiano guerre, ma alla maggiore integrazione dell’Unione Europa corrispondono i movimenti separatisti, dalla Scozia alla Corsica, dalla Catalogna al Veneto.
Gli Stati Uniti hanno creduto di avere vinto la Guerra fredda ma hanno perso la partita rendendo il mondo ingovernabile. La fine della Guerra fredda e i conflitti del dopoguerra hanno avuto come effetto la nascita dei “non Stati”: Isis, Palestina, Ghaza, Kurdistan iracheno, Bosnia, Kosovo, Siria, Transnistria, Libia, Yemen, Somalia. Ma come si può combattere contro un non Stato? Come si governa un non Stato? Come si potrà mai ricostruire l’ordine perduto?

Sergio Romano (Vicenza, 1929) è stato ambasciatore alla NATO e, dal settembre 1985 al marzo 1989, a Mosca. Ha insegnato a Firenze, Sassari, Pavia, Berkeley, Harvard e, per alcuni anni, all’Università Bocconi di Milano. È editorialista del Corriere della Sera. Tra i suoi ultimi libri pubblicati da Longanesi: Morire di democrazia (2013) e Il declino dell’impero americano (2014).


Siamo sicuri che l’esperienza non abbia più niente da insegnare?
Silvia Truzzi
UN PAESE CI VUOLE
QUINDICI GRANDI ITALIANI SI RACCONTANO



130 pagine
Prezzo 12.90 €
In libreria dal 7 maggio 2015

Silvia Truzzi, firma de Il Fatto Quotidiano, si avvicina alla scrittura con un saggio che vuole essere una polemica contro la “rottamazione” attraverso le parole di personalità che hanno fatto grande il nostro secondo Novecento. Un Paese ci vuole è un omaggio alla profondità degli sguardi sulla storia d’Italia e sul presente di una Nazione impoverita non solo economicamente. Sguardi lontani dagli slogan che animano la discussione politica e sociale.
Partendo da questa premessa, l'autrice racconta una serie d'incontri con alcune grandi personalità della politica e della cultura, da Andrea Camilleri a Stefano Rodotà, da Claudio Magris a Emanuele Severino e Gherardo Colombo, per citarne solo alcuni. Con loro ha parlato di passato e di futuro, di cultura, di scuola, di memorie e di speranze. Perché soprattutto un tratto accomuna coloro che l'autrice ha incontrato: l’amore per l'Italia e la certezza di avere ancora qualcosa da dire (e da dare).

Silvia Truzzi è nata a Mantova e vive a Milano. Laureata in Giurisprudenza, lavora al Fatto Quotidiano dalla sua fondazione, nel 2009. Ha vinto il Premio giornalistico internazionale Santa Margherita Ligure per la cultura nel 2011 e il Premio satira Forte dei Marmi, sezione giornalismo, nel 2013.


Due grandi pensatori a confronto
Un dialogo tra laici e fedeli
Giulio Giorello e Carlo Maria Martini
GUARDARE AL MONDO CON INTELLIGENZA E AMORE

200 pagine
Prezzo 12.90 €
In libreria dal 14 maggio 2015

Due grandi menti, l’uomo di fede e quello di scienza, si sono incontrati in un dialogo serrato e costruttivo per individuare un terreno comune sul quale far nascere un punto di incontro. Due uomini che vengono da cammini molto diversi, ma che sono uniti da un’intensa ricerca, da parte di Martini sulla natura di Dio rivelata da Gesù, da parte di Giorello su come essere atei senza imporsi agli altri. Le due posizioni, diverse nel pieno rispetto reciproco, trovano un accordo sul senso dell’ignoto e sull’attenzione all’altro, nella convinzione che ricerca sia anche interrogazione sul senso profondo del nostro destino e che l’amore sia lo strumento migliore per sconfiggere il lato oscuro di ogni persona. Sia che si concluda per una esistenza con Dio o senza Dio, resta un patrimonio di tutti la tensione a “l’amor che move il sole e l’altre stelle”.

Giulio Giorello è ordinario di Filosofia della scienza all’Università degli Studi di Milano e collabora con il Corriere della Sera. Tra i suoi numerosi saggi, ricordiamo, pubblicati da Longanesi, Senza dio (2010), Il tradimento (2012) e, nel 2014, Noi che abbiamo l’animo libero (con Edoardo Boncinelli). Guanda ha pubblicato La filosofia di Topolino (con Ilaria Cozzaglio, 2013).

Carlo Maria Martini (1927-2012), biblista di fama mondiale, è stato arcivescovo di Milano dal 1980 al 2002. È autore di numerose opere di carattere spirituale e scientifico, tra le quali Conversazioni notturne a Gerusalemme (Mondadori, 2008) e Le età della vita (Mondadori, 2010).


Dal maestro del romanzo storico, il racconto epico della battaglia che ha determinato il destino dell’Europa

Il travolgente racconto dell’ultima grande battaglia di Napoleone
Wilbur Smith
Bernard Cornwell
WATERLOO



380 pagine
Prezzo 17.60 €
In libreria dal 28 maggio 2015

Il 18 giugno del 1815 gli eserciti di Francia, Gran Bretagna e Prussia si scontrarono in una tranquilla piana a sud di Bruxelles. Nei tre giorni precedenti l’esercito francese aveva battuto gli inglesi a Quatre Bras e i Prussiani a Ligny. Gli alleati erano in ritirata. La sanguinosa battaglia di Waterloo sarebbe diventata una pietra miliare nella storia europea, studiata e analizzata più e più volte, anche perché, fino alla sera del 18, l’esercito francese era a un passo dalla vittoria.
Il grande scrittore Bernard Cornwell, amatissimo maestro del romanzo storico, racconta con la consuetà abilità la cronaca dei quattro giorni che precedettero la battaglia e poi ora per ora le emozioni di quella giornata fatidica. Cornwell combina la capacità di scrittura con un preciso e attento lavoro di ricostruzione storica per dar vita a un avvincente resoconto di un momento drammatico, dalla fuga di Napoleone dall’isola d’Elba fino ai campi insanguinati dell’ultima disperata battaglia dell’epopea bonapartesca. Da queste pagine escono così l’incalzare degli eventi della battaglia, ma anche i pensieri e le preoccupazioni dei due grandi protagonisti, Napoleone e Sir Arthur Wellesley, Duca di Wellington, così come di tutti i soldati e ufficiali che vissero quella memorabile giornata.

Bernard Cornwell è nato a Londra e si è laureato alla London University. Dopo aver lavorato per molti anni presso la BBC, si è dedicato alla narrativa. Oltre alla serie incentrata su Richard Sharpe, ha scritto moderne avventure di mare, la trilogia dedicata alla ricerca del Graal, la saga dedicata ai re sassoni e altri romanzi di grande successo. Le sue opere sono tutte pubblicate in Italia da Longanesi.


L’autore greco che narra le gesta degli eroi antichi arriva in Egitto per raccontarci la mitica e immortale lotta tra greci e persiani
Antonis Antoniadis
I CONQUISTATORI DEL DESERTO



380 pagine
Prezzo 16.40 €
In libreria dal 2 luglio 2015

Antonis Antoniadis, attraverso i suoi romanzi, ripercorre le vite dei grandi eroi greci, delle loro gesta e delle battaglie epiche che segnarono il corso della storia antica. Mischiando con abilità realtà storica e finzione, l’autore greco ci porta alla scoperta di un mondo lontano, di terre misteriose e di uomini coraggiosi.
454 a.C., Egitto. L’esercito ateniese ha deciso di portare aiuto al libio Inaro contro il conquistatore persiano. Dopo aver riportato numerose vittorie, gli ateniesi sono ora assediati a Menfi dalle forze persiane, che ne hanno reso inutilizzabile la flotta deviando il corso del Nilo. L’unica speranza di salvezza è data dall’attraversamento del deserto per raggiungere Cirene, città greca nel territorio dei Libii, e da lì tornare in patria. Purtroppo il tentativo di fuga è destinato al fallimento, per le terribili condizioni della marcia nel deserto e per le maggiori possibilità di movimento dei persiani, alleati dei fenici, che li inseguono per terra e per mare fino a massacrarli a poca distanza da Cirene. Solo seicento uomini si salveranno dall’ecatombe, grazie a un drappello di soldati spediti a recuperare un compagno sorpreso in blasfema compagnia di una sacerdotessa libica e arrivati fortunosamente a Cirene in tempo per avvertire la retroguardia dell’imboscata.

Antonis Antoniadis è nato in Germania ed è cresciuto a Drama, nella Grecia nordorientale. Ha lavorato presso la redazione di numerose riviste ed è stato consulente per la produzione di serie televisive. Vive a Salonicco. Longanesi ha pubblicato il romanzo Il lupo di Sparta, ispirato alla vera storia dello spartano Aristodemo, narrata nelle Storie di Erodoto.
Documento inserito il: 03/03/2015
  • TAG: edizioni longanesi, novità editoriali, argomento storico, waterloo, guerra fredda, antonis antoniadis, bernard cornwell, carlo maria martini, giulio giorello, silvia truzzi, sergio romano,
  • http://www.longanesi.it/

Articoli correlati a Recensioni Librarie


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy