AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Recensioni Librarie

Novità 21 Editore: 'Nuvole a occidente. La conquista romana della Grecia' [ di ]

Già conosciuto in Italia grazie alla pubblicazione del volume “La ritirata di Senofonte. Lo scontro tra greci e persiani al tramonto dell'età classica” pubblicato nel 2015 da Giunti Editore, Robin Waterfield è un abile divulgatore di storia antica, soprattutto greca. Dopo gli studi classici, è stato ricercatore di filosofia dell’antica Grecia al King's College, Cambridge, fino 1978. Ha poi preferito la carriera di scrittore di saggi storici, pubblicando numerosi titoli con Penguin. Questo saggio, piacevole sagace e ben scritto si indirizza ad un pubblico non specialista, trattando ampiamente il periodo della conquista romana della Grecia dal 229 al 146 avanti Cristo e illustrandone non solo gli aspetti politici e militari, ma anche quelli sociali e filosofici.

Argomento
Robin Waterfield si prefigge lo scopo di raccontare a un pubblico di non specialisti un periodo della storia romana tanto importante quanto poco noto al di fuori dell’ambito accademico, quello della progressiva affermazione dell’egemonia di Roma sulla Grecia tra 229 e 146 a.C. Iniziando la narrazione dalla Prima guerra illirica, Waterfield illustra come i Romani siano riusciti a inserirsi gradualmente nel complesso panorama politico della penisola balcanica fino a diventare gli arbitri della politica della Grecia attraverso la strategia imperialista del controllo a distanza, che permise loro di esercitare un controllo egemonico sulla regione senza annessioni territoriali e senza occupazione militare. Ma il libro è anche la storia di come la società romana sia mutata per sempre dopo essere venuta a contatto diretto con la cultura greca: fu infatti la tradizione filosofica ellenica che fornì ai Romani gli strumenti per creare una loro identità e per riflettere sul loro ruolo nel Mediterraneo Ispirando ad Orazio il detto ormai celebre “Graecia capta ferumvictoremcepit” con il quale si sottolineava come i romani fossero stati influenzati e quasi idealmente sottomessi dalla civiltà e dalla società greca, culturalmente assai più sofisticata.

L'Autore:
Robin Waterfield, condotti gli studi classici alla Manchester Univerisy è stato ricercatore di filosofia dell’anitca Grecia al King's College di Cambridge fino al 1978. Divulgatore capace ed apprezzato in Gran Bretagna ha successivamente scelto la carriera di scrittore ed è autore di numerosi saggi tra cui ricordiamo “Xenophon'sRetreat: Greece, Persia, and the End of the Golden Age” Faber and Faber/Harvard University Press, 2006 (trad. it. La ritirata di Senofonte. Lo scontro tra greci e persiani al tramonto dell'età classica” pubblicato nel 2015 da Giunti Editore,) e ancora Why Socrates Died: Dispelling the Myths, Faber and Faber/Norton/McClelland & Stewart, 2009, Dividing the Spoils: The War for Alexander the Great's Empire, Oxford, 2011

Titolo: Nuvole a occidente. La conquista romana della Grecia
Autore: Robin Waterfield
Collana: Aspettando i barbari
Diretta da Giusto Traina
Formato 13x20
Pagine 320 con illustrazioni
Prezzo € 18,00
ISBN 9788899470142
Distribuzione: Messaggerie
Promozione: NFC
Documento inserito il: 15/11/2016

Articoli correlati a Recensioni Librarie


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy