AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Approfondimenti > Recensioni Librarie

Disinformazione e manipolazione delle percezioni: una nuova minaccia al sistema paese [ di ]


Questo volume approfondisce il fenomeno della disinformazione come arma di lotta politica, militare e/o economica adoperata da Stati e attori non-statuali, dedicando particolare attenzione all’uso delle nuove tecnologie informatiche e dei nuovi media nelle azioni disinformative.
Nell’era del cyber-power, infatti, aumenta la vulnerabilità di governi, aziende, gruppi sociali e individui nei confronti della disinformazione: un’arma adoperata da Stati e attori non-statuali, spesso in maniera occulta, per raggiungere i propri scopi influenzando e sfruttando uno o più settori della società. La disinformazione mira a creare nel bersaglio una percezione falsa o distorta della realtà allo scopo di indurlo a prendere determinate decisioni che favoriscano gli interessi del “disinformatore”. Essa può anche essere finalizzata a indebolire le capacità cognitive e decisionali del bersaglio diffondendo notizie che generano in esso confusione e incertezza.
Oggi la disinformazione non è più un’arma in esclusiva dotazione degli Stati e dei loro servizi d’intelligence: essa è ormai uno strumento alla portata di attori non-statuali sia leciti (partiti politici, aziende e società finanziarie, gruppi di interesse, organizzazioni non-governative) che illeciti (gruppi terroristici ed eversivi, organizzazioni criminali, “poteri occulti”, sette religiose estremiste).
Questo è il primo libro pubblicato nel nostro Paese che analizza la disinformazione come minaccia alla sicurezza e alla competitività del sistema-Italia.
Esso nasce dal convegno “Disinformazione e manipolazione delle percezioni: una nuova minaccia al sistema-Paese”, promosso nel 2015 dalla Link Campus University e dall’Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici.
Il volume contiene, inoltre, un contributo del Dipartimento Informazioni per la Sicurezza (DIS) della Presidenza del Consiglio.

Giovanni Brauzzi Ministero degli Affari Esteri;
Roberto Di Nunzio Studioso dei Processi Comunicativi e dei Mass Media, giornalista e saggista;
Vincenzo Di Peso Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione;
François Géré Presidente, Institut Français d’Analyse Stratégique - Parigi;
Luigi Sergio Germani Direttore, Istituto Gino Germani di Scienze Sociali e Studi Strategici;
Carlo Jean Esperto di Studi Strategici;
Vincenzo La Gioia Centro Intelligence Interforze, Reparto Informazioni e Sicurezza, Stato Maggiore della Difesa;
Alfredo Mantici già Direttore del Dipartimento Analisi del SISDE, direttore Editoriale del magazine online “Lookout News”;
Roberto Pennisi Magistrato, Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrotismo;
Cristiano Turriziani Libero ricercatore in Filosofia Teoretica;
Francesco Vitali Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali;


AA. VV.
DISINFORMAZIONE E MANIPOLAZIONE DELLE PERCEZIONI: UNA NUOVA MINACCIA AL SISTEMA-PAESE
A cura di Luigi Sergio Germani
Collana: Campus 39
Pagine: 160
Formato: 14x21
Prezzo: euro 16,00
ISBN: 978-88-97931-59-1
Documento inserito il: 03/04/2017
  • TAG: sistema paese, disinformazione, manipolazione, guerra economica, studi strategici

Articoli correlati a Recensioni Librarie


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy