AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Contemporanea > Nel Mondo

Razzismo, libertà di opinione e (di nuovo) risorgimento [ di Fabio Calabrese ]

Come tutti noi sappiamo, la vicenda di Gianluca Casseri (un uomo che, verosimilmente in un eccesso di follia, spara a due persone per strada e poi si suicida), che di per sé non sarebbe stata che un increscioso fatto di cronaca nera, uno dei tanti che l'imbarbarimento della vita quotidiana ci mette giornalmente sotto gli occhi, se non fosse per il fatto che la circostanza che l'omicida fosse in qualche modo riconducibile alla “destra radicale” (non credo sia il caso ora, di approfondire l'accuratezza di questa definizione, datemela per buona) e che le vittime fossero due immigrati senegalesi, questo episodio è diventato un pretesto per un vero e proprio pogrom sicuramente preparato da tempo e che si aspettava solo l'occasione giusta per mettere in atto contro coloro che ancora sfuggono al plagio del “pensiero unico” liberal-democratico-cristiano-marxista, un pogrom che ha un doppio vantaggio, oltre a quello di criminalizzare i pochi dissidenti che ancora esistono in questa Italia profondamente malata di cristianesimo, di democrazia e di marxismo, quello di offrire una distrazione al pollame italico che un governo sorretto da sospetto unanimismo di centrosinistra e centrodestra si appresta a spennare fiscalmente nella maniera più tragica in obbedienza ai dettami della BCE.


Per leggere tutto l'articolo cliccate sul link a fondo scheda.
Documento inserito il: 02/01/2015

Articoli correlati a Nel Mondo


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy