AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Contemporanea > Nel Mondo

Molto Onore [ di Fabio Calabrese ]

Molti nemici, molto onore
Benito Mussolini

A volte, per fare chiarezza è necessario “ripassare i fondamentali”. Io credo che ben pochi di voi avranno da obiettare all'affermazione di Silvano Lorenzoni secondo cui “Il fascismo è stato l'ultimo tentativo dell'uomo europeo di rialzare la testa”, rialzare la testa contro un destino che altri hanno scritto per noi, la minaccia mondialista materializzata nelle due branche convergenti del comunismo sovietico e del capitalismo “made in USA”.

Oggi, a vent'anni dalla fine del lungo periodo della Guerra Fredda, quella delle due parti uscite vincitrici dal secondo conflitto mondiale, e l'unica rimasta in piedi dopo il crollo dell'impero sovietico, quella che a lungo è sembrata essere “il male minore”, ha dimostrato un'inattesa virulenza nel perseguire la distruzione dell'uomo europeo attraverso lo strangolamento economico nel quadro di un'economia di mercato globalizzata dove agli stati nazionali è stato tolto qualsiasi strumento per difendere i rispettivi popoli (nell'improbabile ipotesi che classi dirigenti che sono sempre state proconsolati dell'impero a stelle e strisce, avessero qualche velleità o qualche residuo di pudore in merito), e attraverso l'imposizione della decadenza demografica e del meticciato etnico con le popolazioni del sud del mondo, preventivamente impoverite per spingerle sulla strada dell'immigrazione.

Per leggere tutto l'articolo, cliccate sul link a fondo scheda.
Documento inserito il: 29/12/2014

Articoli correlati a Nel Mondo


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy