AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Contemporanea > La Seconda Guerra Mondiale

Battaglia di Cassino: combattimenti particolari

del Col. di Stato Maggiore Generoso Mele


Il presente elaborato limita la sua trattazione ai soli eventi succedutisi nell’area di Cassino, tralasciando gli accadimenti verificatesi sul fiume Garigliano o in altre città diverse da Cassino.
Il piano approntato per attraversare la linea Gustav contemplava, oltre allo sbarco ad Anzio, una serie di tre attacchi lungo lo schieramento della 5a Armata. Il settore cruciale su cui doveva gravitare l'offensiva era quello della valle del Liri. In quella zona, e soltanto in quella, era possibile impiegare in modo efficace i reparti corazzati e realizzare una veloce avanzata verso nord. Ma l'accesso alla valle era bloccato dal corso dei fiumi Rapido e Gari, lungo i quali i tedeschi avevano realizzato le postazioni della Gustav, ed era sorvegliato da due bastioni montuosi, anch'essi presidiati dai tedeschi, i Monti Aurunci a sud e il complesso dei rilievi intorno a Montecassino a nord.
Scarica l'articolo in pdfDocumento inserito il: 26/06/2020
  • TAG: seconda guerra mondiale, cassino, linea gustav,

Articoli correlati a La Seconda Guerra Mondiale


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy