AVVISO: Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. Confermando questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante, acconsenti all'uso dei cookie, altrimenti visualizza l'informativa estesa privacy-policy.aspx
>> Storia Contemporanea > La Seconda Guerra Mondiale

Cefalonia controcorrente [ di Massimo Filippini ]

Un articolo pubblicato da Patria Indipendente, (rivista dell'ANPI) numero 4 del 2012 (Vedere link a fondo articolo) è una vera e propria sagra delle 'BALLE' su Cefalonia additate tuttavia come punti fermi della vicenda: numero dei Caduti moltiplicato per cinque, la presidente dell'Ass.ne Acqui G. Bettini che non c'entra niente con i fatti ivi avvenuti, elevata ad icona della stessa, il cosiddetto 'referendum' per resistere nella consapevolezza di andare incontro a morte (quasi) certa 'votato' in poche ore -non si sa come- da TUTTI onde far credere ad un gesto SPONTANEO dell'intera Divisione in luogo di quella che fu la vera CAUSA della tragedia: UN (INFAME) ORDINE SUPERIORE. DEL COMANDO SUPREMO (nell'illustrazione).
Tutto insomma meno che la Verità.
E proprio l'ANPI che, malgrado non c'entri nulla, pretende di inserire i fatti di Cefalonia -previa trasformazione dei Militari della 'Acqui' in 'partigiani ante litteram'-nell'ambito della 'Resistenza Partigiana' è stata ammessa a costituirsi come Parte Civile nel processo svoltosi a Roma contro un vecchietto di 90 anni -Alfred Stork- che fu 'costretto' a partecipare dai propri Superiori alla fucilazione dei nostri poveri Ufficiali cui il Comando Supremo 'badogliano' -il 13 settembre- impose di combattere SENZA aver DICHIARATO GUERRA ALLA GERMANIA: la dichiarò -dietro suggerimento dell'esterrefatto e scandalizzato gen. Eisenhower- il 13 ottobre successivo per evitare -MA A CEFALONIA ERA GIA' SUCCESSO- che i nostri Militari caduti in mano ai tedeschi potessero essere fucilati successivamente -analogamente a quanto già avvenuto a Cefalonia per gli Ufficiali- come...'PARTIGIANI' o 'FRANCHI TIRATORI' in quanto tali non tutelabili dalla Convenzione di Ginevra applicabile solo ai 'PRIGIONIERI DI GUERRA' ( una guerra inesistente tra Italia e Germania a settembre 1943 e 'dichiarata' solo il 13 ottobre 1943 a tragedia avvenuta) come i mascalzoni del Comando Supremo sapevano bene anche prima che glielo dicesse il 'nuovo' alleato.
Dulcis in fundo: l'articolo riporta anche la foto della Lapide esistente sul Sacrario dei Caduti a Cefalonia con cifre completamente FALSE dei Caduti di cui le FFAA pur avendo i relativi Elenchi all'Uff. Storico dello SME e all'Uff. ALBO D'ORO del Min. Difesa CHE LE RIDUCONO DRASTICAMENTE -come da loro comunicazione al sottoscritto (v. all.)- INCREDILMENTE SOSTENGONO L'IMPOSSIBILITA' DI MODIFICARLE.
Quanto sopra premesso e ritenuto c'è da porsi queste due domande:
1) CHE COSA C'ENTRA L'ANPI CON CEFALONIA ?
2) QUANDO SI DECIDERANNO LE FFAA A RIMUOVERE IL MURO DI GOMMA DIETRO CUI CELANO L'ORDINE DI RESISTERE INVIATO AL GEN. GANDIN che smentisce il presunto 'referendum' E I DOCUMENTI SULLE CIFRE REALI delle Vittime che smentiscono la 'MATTANZA' DELL'INTERA DIVISIONE OLTRE A CORREGGERE LE CIFRE FALSE SUL SACRARIO DI CEFALONIA CHE CONTINUANO AD INGANNARE I VISITATORI CHE COLA' SI RECANO?
Mio Padre là c'è morto: dopo oltre 70 anni sarebbe finalmente ora di smetterla di raccontare BALLE da parte di ... TUTTI QUANTI.
NESSUNO ESCLUSO.
Documento inserito il: 01/01/2015

Articoli correlati a La Seconda Guerra Mondiale


Note legali: il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001.
La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori.

Sito curato e gestito da Paolo Gerolla
Progettazione e sviluppo: Andrea Gerolla

www.tuttostoria.net ( 2005 - 2016 )
privacy-policy